India, 5 rifornitori turchi da 45.000 tonnellate per 2,3 miliardi di dollari


La pantomima per i nuovi fornitori per la Marina Indiana si arricchisce di un nuovo capitolo con l’aggiudicazione alla turca TAIS di un contratto per la fornitura di 5 navi supporto logistico da 45.000 tonnellate per una spesa di 2,3 miliardi di dollari.

Un primo giro di trattative venne iniziato nel 2015 tra i cantieri indiani Hindustan e la sudcoreana Hyunday Heavy Industries.

Le contrattazioni finirono senza però arrivare ad una conclusione e l’India è stata costretta a guardare altrove.

Durante le “nuove” selezioni sono state ricevute offerta da parte della tedesca ThyssenKrupp Marine System, l’italiana Fincantieri, la russa Rosoboronexport ed infine la turca Anadolu Shipyards.

La scelta finale è ricaduta sui cantieri turchi che apre quindi la strada alla prima collaborazione Nuova Delhi – Istanbul.

TAIS Shipyard, di cui i cantieri Anadolu sono partner assieme a SEDEF e SEFINE, costruirà le cinque navi direttamente in India assicurando l’impiego di materiali e sistemi indiani.

I programmi “originali” prevedevano l’inizio dei lavori nel 2020 con la consegna dell’ultima nave nel 2024. Diciamo che se tutto andrà bene forse nel 2024 consegneranno la prima a meno che non spuntino fuori ulteriori ritardi.

Turchia, India e Pakistan

In tutto questo infatti pesa il “doppio gioco” turco con India e Pakistan che ha sollevato qualche dubbio a Nuova Delhi.

Il Presidente turco ha detto durante un discorso all’ONU che la risoluzione della questione del Kashmir deve passare attraverso “dialogo sulla base di giustizia, equità e non con lo scontro”.

La Turchia è l’unico paese musulmano ad aver ad aver supportato il Pakistan dopo che l’India ha revocato l’Articolo 370 della Costituzione che assegnava lo status speciale a Jammu e Kashmir.

Gli stessi cantieri turchi hanno ricevuto nel 2018 un contratto per la produzione di quattro corvette per la Marina pakistana.

Durante la cerimonia di taglio della prima lamiera della corvetta Erdogan ha riconosciuto nel Pakistan una nazionane amica che potrà beneficiare delle capacità della corvette.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

close

Non perderti news e approfondimenti più recenti nel campo della Difesa e non solo...

Visit Us
Follow Me
Tweet