Perso un altro drone Heron tedesco in Afghanistan


Nella corso della notte tra il cinque ed il sei marzo, un drone Heron 1 gestito dalla Bundeswehr si è schiantato a est di Mazar-e-Sharif in Afghanistan.

Dalle prime informazioni, il drone di costruzione israeliana si sarebbe schiantato per motivi tecnici, essendo stata esclusa la causa di un abbattimento.

Per il contingente tedesco schierato nel Paese asiatico è un durissimo colpo, in quanto dei droni Heron 1 precedentemente ordinati ne rimane in servizio un solo esemplare.

Nel luglio del 2020 era stato firmato un contratto tra il BAAINBw, l’Ufficio federale per l’Equipaggiamneto, Informazione Tecnologica e Servizi di supporto ed Airbus Defence & Space per il supporto degli Heron 1 impiegati in Afghanistan.

Airbus Defence & Space si occupa della fornitura, manutenzione e riparazione del sistema dell’Heron 1.

Verso la fine del 2020 un altro velivolo si è schiantato, sempre per motivi tecnici, nella stessa area di Mazar-e-Sharif.

I problemi ora sono notevoli in quanto la Bundeswehr schiera l’UAV MALE (Medium Altitude – Low Endurnace) Heron 1 di IAI anche in Mali a supporto dell’operazione Barkhane per missioni ISR.

L’UAV Heron 1 ha un’apertura alare di 16,6 metri ed è in grado di portare a termine missioni delle durata di oltre 24 ore. Le tipiche missioni ad esso affidate comprendono, tra le altre, il rilevamento di eventuali trappole esplosive o IED dall’aria, la sorveglianza dall’alto di convogli e pattuglie inviate in esplorazione, assistenza alle forze in situazioni di combattimento, ricognizioni e sorveglianza delle vie di comunicazione percorse dai convogli e dalle forze alleate.

Per la sostituzione del Heron 1 il Ministero della Difesa tedesco nel 2018 ha siglato un accordo, sempre con Airbus Defence & Space in qualità di capo commessa, per la fornitura dei più avanzati Heron TP costruiti da IAI e dotati di suite elettronica ed elettro-ottica messa a punto in Europa.

Peraltro, questo contratto prevede che dopo un periodo iniziale di due anni in cui si svolgeranno le attività iniziali di addestramento del personale di “volo” e tecnico, la fornitura sia completata in sette anni, in previsione dell’entrata in servizio in quel periodo del RPAS MALE EURODRONE.

Foto Airbus Defense and Space


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

close

Non perderti news e approfondimenti più recenti nel campo della Difesa e non solo...

Visit Us
Follow Me
Tweet