La proposta di Northrop Grumman per il “porta missili” della DARPA


Northrop Grumman ha presentato il proprio concept per il programma LongShot della DARPA che mira alla realizzazione di un UAV (Unmanned Aerial Vehicle) in grado di impiegare armamento aria-aria per estendere la distanza alla quale ingaggiare i bersagli nemici, aumentare la probabilità di portare a termine la missione e ridurre l’esposizione al rischio per gli aerei “pilotati”.

Jaime Engdahl, direttore armi cinetiche e tecnologie emergenti di Northrop Grumman, ha affermato che: “la nostra collaborazione con DARPA è il primo step critico nella fase di sviluppo di concetti e soluzioni operative innovative che aumenteranno le capacità dei nostri combattenti contro un minacce sempre più pericolose. Il programma LongShot ci consente di combinare la nostra abilità di progettazione digitale con l’estesa conoscenza di sistemi d’arma avanzati, sistemi autonomi e piattaforme d’attacco per incrementare la gittata e l’efficacia delle armi.

Il drone può estendere la portata dei missili aria-aria attualmente in servizio avvicinandosi al bersaglio e riducendo il tempo di reazione del nemico assicurando una maggiore probabilità di abbattimento.

Il concept di Northrop Grumman si avvicina maggiormente ad un drone vero e proprio sulla falsariga dei programmi “loyal wingman” in corso di sviluppo come l’XQ-58A Valkyrie della Boeing.

La DARPA già sviluppato un concept simile con il Flying Missile Rail (FMR) in grado di trasportare almeno un AIM-120 con un tempo di produzione ridottissimo tale da consentire la produzione di 500 FMR al mese.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

close

Non perderti news e approfondimenti più recenti nel campo della Difesa e non solo...

Visit Us
Follow Me
Tweet