Lo Stryker M-SHORAD schierato dall’US Army in Europa


Nel continuare gli sforzi per rivitalizzare e aggiornare le forze e i sistemi di difesa aerea e missilistica dell’US Army, il 5th Battalion, 4th Air Defense Artillery Regiment (5-4 ADA), un’unità subordinata del 10th Army Air and Missile Defense Command, è il primo battaglione dell’Army a testare, ricevere e mettere in campo il sistema Mobile Short Range Air Defense (M-SHORAD) in Europa.

M-SHORAD systems arrive at 5-4 ADA

L’M-SHORAD, che integra un cannone/mitragliera, missili e sensori esistenti su un veicolo Stryker A1, è la più recente aggiunta dell’Army in una varietà di sforzi di modernizzazione.
Il sistema è progettato per difendere le forze di manovra dai sistemi di aeromobili senza equipaggio, dalle minacce ad ala rotante, uav e secondariamente ad ala fissa.

M-SHORAD systems arrive at 5-4 ADA

Il 10th Army Air and Missile Defense Command è l’unità dell’US Army per tutte le operazioni di difesa aerea e missilistica di teatro e la gestione della forza. Da quando ha attivato il battaglione nel 2018, il 5-4 ADA ha svolto un ruolo importante nel sostenere alleati e partner attraverso il loro coinvolgimento in varie esercitazioni di formazione congiunte e multinazionali in tutto il teatro europeo. L’Army ha impresso al programma una rapida strategia di prototipazione per accelerare la tempistica della capacità operativa iniziale di M-SHORAD di quattro anni, con conseguente consegna di un sistema prototipo in circa un anno. Nel 2020, 18 operatori della difesa aerea e missilistica del 5-4 ADA sono stati selezionati per sottoporsi a una valutazione operativa iniziale di 6 mesi con i sistemi prototipi presso il White Sands Missile Range nel New Mexico.

M-SHORAD systems arrive at 5-4 ADA

Nel settembre 2018, Leonardo DRS si è aggiudicata un contratto per la consegna di cinque prototipi di pacchetti di attrezzature di missione (MEP) come parte del programma IM-SHORAD di acquisizione accelerata dell’Army. Lavorando con Air Missile Defense Fires, ex PM Cruise Missile Defense Systems (CMDS) e partner del settore, Leonardo DRS fornisce un MEP completamente integrato all’integratore di piattaforme per IM-SHORAD Stryker. Il MEP include la Reconfigurable Integrated-weapons Platform o RIwP messa a punto da Moog  con il cannone XM914E1 (30 mm), la mitragliatrice coassiale M240 (7,62 mm), i missili antiaerei con guida a ricerca di calore FIM-92 Stinger e missili a guida laser AGM-114 HELLFIRE per proteggere il veicolo e l’equipaggio, ingaggiando al contempo grandi UAS, elicotteri, minacce ad ala fissa a lungo raggio nonché obiettivi terrestri. I sensori integrati di bordo sono il radar Multi-mission Hemispheric Radar (MHR) fornito da RADA North America che rileva e traccia minacce multiple contemporaneamente. I quattro pannelli MHR forniscono una sorveglianza aerea continua a 360 gradi per l’unità protetta. Inoltre, Leonardo DRS integra la rete Identification Friend or Foe (IFF) e Forward Area Air Defense Command and Control (FAAD C2) fornita dal governo. L’azienda integra, testa e consegna l’MEP per l’installazione finale e l’integrazione da parte dell’OEM (Original Equipment Manufacturer) Stryker.

IM-SHORAD system ready

L’aggiunta del sistema M-SHORAD basato su Stryker fornirà una migliore protezione delle forze di manovra a distanze maggiori e con una migliore mobilità, consentendo una difesa più forte delle forze, degli Alleati e dei partner statunitensi contro le minacce aeree avversarie.
L’unità inizialmente ha ricevuto quattro sistemi in aprile, e si prevede che ne riceverà altri entro la fine dell’anno, iniziando la sua transizione da un battaglione basato su Avenger al primo battaglione M-SHORAD pienamente operativo nell’US Army che intende dotare del sistema M-SHORAD altri quattro battaglioni di difesa aerea e missilistica a partire dal 2021.

M-SHORAD systems arrive at 5-4 ADA

Il futuro sviluppo di sistemi M-SHORAD di follow-on includerà inserimenti tecnologici, per includere energia diretta e missili migliorati, utilizzando un mix di sistemi di intercettazione DE e cinetica complementari per proteggere le forze di manovra.

Foto US Army


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

close

Non perderti news e approfondimenti più recenti nel campo della Difesa e non solo...

Visit Us
Follow Me
Tweet