Nuova dimostrazione del Dual-EIMOS di EXPAL


EXPAL ha effettuato una nuova presentazione del suo recente sviluppo del sistema di mortaio installato a bordo di veicolo leggero, Dual-EIMOS, attraverso un evento dimostrativo che si è svolto ieri presso il campo di addestramento Retín di Cadice. All’evento hanno partecipato importanti Autorità militari spagnole come il Capo di Stato Maggiore della Marina (AJEMA), il Tenente Generale Capo del Comando di Supporto Logistico (JEMALE) e il Comandante Generale del Corpo dei Marines (COMGEIM).

Due sistemi di mortaio EXPAL hanno partecipato alla dimostrazione con squadre di diversi corpi delle Forze Armate che hanno evidenziato la capacità del loro personale di sfruttare l’interoperabilità di entrambi i sistemi: la nuova versione Dual-EIMOS, gestita da un equipaggio della Fanteria di Marina, e la versione EIMOS 2018, gestita da componenti della Brigata Legione, designata come base della nuova Brigata Sperimentale ET.

Il Dual-EIMOS è un sistema sviluppato da EIMOS 2018, nell’ambito di un programma di ricerca e sviluppo con SDGPLATIN (DGAM) che ha permesso lo sviluppo di un sistema su misura per le esigenze generali dello Stato Maggiore della Marina, con importanti miglioramenti in aspetti come la sua versatilità e precisione.

Il nuovo sistema mantiene i vantaggi operativi di EIMOS 2018, chiaramente orientato a sparare e scoot, attraverso caratteristiche come manovrabilità, tiro a 360º senza la necessità di supporti aggiuntivi ed anche in movimento, con l’obiettivo di fornire la massima efficienza in missione, e garantire la sopravvivenza. Per quanto riguarda l’interoperabilità, Dual-EIMOS incorpora l’integrazione con il sistema di comando e controllo C2 TALOS della versione precedente, con uno sviluppo effettuato in Spagna.

Il nuovo sistema Dual-EIMOS montato sul veicolo VAMTAC ST5 della Fanteria di Marina ha una capacità di guado fino a 1,5 m senza preparazione.

Il Dual-EIMOS può ricevere indifferentemente mortai calibro 81 e 60 mm. Il mortaio medio da 81 mm ha un peso di 40 kg e può sparare ad una velocità di 25 colpi al minuto con portata massima di 6,9 km. Invece, l’arma leggera da 60 mm pesa 18,85 kg con un ritmo massimo di fuoco di 35 colpi al minuto con gittata massima di poco meno di 5 km.

Fonte e foto EXPAL Systems S.A.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

close

Non perderti news e approfondimenti più recenti nel campo della Difesa e non solo...

Visit Us
Follow Me
Tweet