Nuovo silos e bunker per la Difesa Missilistica in Alaska


Riuscite a immaginare uno scavo abbastanza grande da contenere 10 autoarticolati? Donald “Donnie” Hudleston può. In effetti, ne ha visti 17 solo nel 2020: ospitano infatti il SIV – Silo Interface Vault.

Lo scavo per i silos, “è come guardare in basso in un pozzo dei desideri di 21,3 metri“, ha detto Hudleston, responsabile del progetto Ground Systems di Boeing per il programma Ground-based Midcourse Defense, o GMD. Hudleston aiuta a pianificare la consegna e l’installazione di silos GMD e bunker SIV che ospitano e mantengono il segmento terrestre del sistema GMD a difesa degli Stati Uniti dai missili balistici a lungo raggio.

Al momento della consegna a Fort Greely, in Alaska, dove sono alloggiati gli intercettori terrestri, i silos e i SIV devono essere sepolti sottoterra. 

Anche se sembra abbastanza semplice, il team GMD deve tenere conto del fatto che lo scavo può avvenire solo circa sei mesi all’anno a causa del congelamento del suolo e delle difficoltà di rimozione della neve. “Non è impossibile da fare in inverno, ma il terreno ghiacciato tende a danneggiare la nostra attrezzatura”, ha detto Hudleston. “I costi aumentano in inverno di circa quattro volte, per non parlare delle risorse umane aggiuntive necessarie per tende, riscaldatori e altre attrezzature per mantenere il sito scongelato”.

Quindi, all’inizio del 2020, quando il ghiaccio si è sciolto, i militari del Military Construction (MILCON) hanno lavorato 24 ore su 24 per scavare: 6 metri di profondità per 19,5 metri di lunghezza per 22,6 metri di larghezza – necessario per alloggiare i silos utilizzando una perforatrice larga 4,6 metri. Ogni buca richiede quattro giorni per scavare, seguite da altre tre settimane per completare la prima fase di installazione di ciascuna unità.

A causa della piccola finestra temporale, pianificare attentamente le attività con mesi di anticipo è un must per il team GMD, con molti degli scavi effettuati prima che silos e SIV arrivino al sito.

Tra le restrizioni COVID-19, 17 installazioni sono state completate entro la fine del 2020. Altri tre silos e SIV dovrebbero essere consegnati e installati nel 2021, espandendo la capacità totale di intercettori a 64.

In qualità di prime contractor per il sistema GMD, Boeing progetta, produce, integra, testa e sostiene tutti i componenti GMD distribuiti in 15 fusi orari.

Comunicato stampa Boeing: qui


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

close

Non perderti news e approfondimenti più recenti nel campo della Difesa e non solo...

Visit Us
Follow Me
Tweet