Nuovo sistema di pianificazione delle missioni per la Israeli Air Force


La Israeli Air Force sta immettendo in servizio un nuovo sistema di pianificazione delle missioni sviluppato dall’unità “Ofek 324”.

L’Air Crew Fighters Shell Mission Absorption System denominato “Cargo” iniziò lo sviluppo nella sua prima versione circa quindici anni fa. Questo sistema richiedeva e richiede l’inserimento dei dati di missione manualmente, con tempi lunghi che si riflettono sull’operatività e sulla programmazione ottimale delle missioni (può esserci il rischio di errore nell’inserire i codici).

L’attuale versione del sistema “Second Generation Cargo” è attualmente testata dallo Squadron 69 “The Hummers” che vola con gli F-15I.

L’obiettivo è quello di semplificare e migliorare il modo in cui è pianificato il P.M. (ordine operativo) di missione. A seguito della pianificazione generale, lo Squadron riceve il P.M ed inserisce su un dispositivo digitale già predisposto i dati di volo aggiornati sulla base delle informazioni aggiornate fornite dall’intelligence (satelliti e droni da sorveglianza) a bordo dei velivoli prima del decollo, con mappe, coordinate, obiettivi e dati satellitari.

Utilizzando il nuovo sistema, i velivoli possono essere preparati in modo rapido ed efficiente prima del volo, in modo che tutto ciò che gli aircrews debbono fare è portare con sé il dispositivo che è stato preparato inserendo tutti i dati pertinenti. Il sistema ‘Cargo’ è stato sviluppato 15 anni fa, allorquando la tecnologia e gli standard operativi erano completamente diversi da quelli attuali. Il nuovo sistema è un sistema facile da impiegare, basato sulle tecnologie più avanzate, al punto da poter vedere lo svolgimento del piano operativo su una mappa 3D.

Fonte e foto Israeli Air Force


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

close

Non perderti news e approfondimenti più recenti nel campo della Difesa e non solo...

Visit Us
Follow Me
Tweet