martedì, Giugno 15, 2021

Semaforo verde dagli USA per 27 Stryker M1126 all’Argentina

Il Dipartimento di Stato ha dato parere positivo alla vendita, attraverso il meccanismo dei Foreign Military Sales, di ventisette APC Stryker M1126 e relativo equipaggiamento per circa 100 milioni di dollari all’Argentina.

La DSCA (Defense Security Cooperation Agency) ha rilasciato la certificazione ed ha notificato il Congresso della possibile vendita.

Il Governo argentino ha richiesto ventisette veicoli equipaggiati con Browning M2HB .50″ (12,7×99 mm), lancia fumogeni, periscopio AN/VAS-5, interfono AN/VIC-3, radio AN/VRC-91E, attrezzi speciali, parti di ricambio, addestramento, manuali tecnici e servizi di supporto logistico.

Il prime contractor è la General Dynamics Land Systems che invierà temporaneamente due contractors in Argentina per supportare il programma.

Il comunicato DSCA riporta:

This proposed sale will support the foreign policy goals and national security objectives of the United States, improving the security of a large non-NATO ally, which is a strategic partner in South America.

The proposed sale will improve Argentina’s ability to address current and future threats, increasing operational capabilities and forcing availability. Argentina will use Stryker vehicles to conduct stability operations in support of disaster relief and international peacekeeping obligations. Argentina will have no difficulty absorbing these vehicles into its armed forces.
The proposed sale of this equipment will not alter the basic military balance in the region.”

Argentina

Dopo il fallimento dell’acquisto di quattro 6×6 WMZ551B1 della cinese Norinco nel 2008 per impiegarli a Tahiti (i mezzi erano così scarsi nelle prove che non sono mai stati inviati) e la valutazione dell’IVECO VBTP-MSR 6×6 Guarani alla fine del 2012 l’Argentina sembra aver scelto il meccanismo degli FMS per potenziare la propria forza meccanizzata.

In Sud America lo Stryker M1126 è impiegato dall’Esercito colombiano (“Gladiador” secondo la denominazione locale) dal 2014 in 32 esemplari

Paulo Roberto Bastos Jr.http://tecnodefesa.com.br
Paulo Roberto Bastos Jr. è un ingegnere dell'automazione e ricercatore militare, specialista in veicoli blindati e forze meccanizzate dell'America Latina e dei Caraibi. Da giugno 2020 collabora con Ares Osservatorio Difesa.

Altri articoli

Viaggio di 7.115 km per la Nomad dell’US Navy, 98% in “automatico”

La nave a controllo autonomo "Nomad", parte della "Ghost Fleet" dell'US Navy, ha completato un viaggio lungo 7.115 chilometri di cui il 98% si...

Al cantiere T. Mariotti di Genova la costruzione della nuova unità di supporto alle operazioni subacquee della Marina Militare

La Direzione degli Armamenti Navali (NAVARM), Segretariato Generale della Difesa e Direzione Nazionale degli Armamenti (SGD/DNA) ha assegnato la gara bandita nel interesse della...

Possibili ritardi per il nuovo Air Force One

La Boeing potrebbe posticipare la consegna del primo Boeing 747-8 modificato in VC-25B per il trasporto del Presidente degli Stati Unici a causa di...

Condividi l'articolo

Ultime notizie

Proposta di Northrop Grumman per l’EW degli F-16 di tutto il mondo

Poiché lo spettro elettromagnetico diventa più conteso e congestionato in tutto il mondo, i moderni...

Esercitazione in Kuwait per i Typhoon italiani ed i JTAC statunitensi

Nell'ultima settimana dello scorso mese di maggio in Kuwait si è svolta un'importante esercitazione bilaterale...