Varata la fregata Istanbul della Marina turca


Alla presenza del Presidente Erdoğan è avvenuto il varo della fregata Istanbul, prima unità di quattro previste dell’omonima classe nonché parte integrante del programma MILGEM.

La classe Istanbul rappresenta l’ultima evoluzione delle corvette antisom classe Ada con un dislocamento maggiore ed un armamento più consistente.

La nave ha un dislocamento di 3.000 tonnellate, una lunghezza di 113,2 metri ed una larghezza di 14,40 metri.

Può raggiungere una velocità massima di 29 nodi grazie ad una turbina a gas LM2500 e due motori diesel MTU in configurazione CODAG. La produzione elettrica è assicurata da quattro generatori da 560 kW.

L’armamento si compone con un cannone 76/62 Super Rapido, due torrette a controllo remoto da 25 mm Aselsan STOP, un CIWS Gokdeniz, 16 missili Harpoon o Atmaca, 16 celle per missili SAM (Surface to Air Missile) HISAR e due lanciatori binati per siluri da 324 mm.

Presente inoltre il lanciatore di inganni HIZIR della Aselsan contro i sottomarini, sistema ESM Aselsan 2N, sistema comunicazioni satellitari Aselsan, torretta elettro/ottica Aselsan Ahtapot, suite ECM/EA Aselsan Areas-2NC e sonar Yakamos della Meteksan Savunma.

Il radar principale è lo SMART-S in banda S della Thales Nederland mentre quello di navigazione è l’ALPER della Aselsan in banda X con bassa probabilità di intercettazione e portata massima di 36 miglia nautiche.

Il ponte di volo può accomodare un elicottero S-70B Seahawk.

Il taglio della lamiera per la Istanbul è avvenuto nel luglio del 2017 ed è previsto il suo ingresso in servizio verso settembre 2023.

Attualmente sono previste altre tre navi: Izmir, Içel e Izmit.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

close

Non perderti news e approfondimenti più recenti nel campo della Difesa e non solo...

Visit Us
Follow Me
Tweet